Christian Palladino

 

Christian Palladino, originario di Pescia (PT), ma cresciuto a Fragnento Monforte (BN), dopo anni trascorsi a studiare piano e canto leggero, nel 2006 incontra David Marchetti, autore, insieme a Marco Del Freo del brano “ Doppiamente Fragili “ interpretato da Anna Tatangelo nel Sanremo del 2002.
Proprio con Marchetti nasce una collaborazione che vedra’ la pubblicazione di alcuni suoi brani con l’etichetta “Jeje records “.
Nel gennaio 2015 firma con la Suono Libero Music un contratto di promozione e produce dapprima "Amarti" brano d'amore con una laconicita'romantica nel testo e nella musica , successivamente " Mia signora " scritto dal presidente dell'etichetta Nando Misuraca e interpretato Palladino e in video la straordinaria partecipazione della Senatrice
Stefania Pezzopane ed il suo compagno, l'attore e Modello Simone Coccia Colaiuta.
Il video sarà ripreso da tutte le testate giornalistiche nazionali e da programmi RAI e Mediaset ( Striscia La Notizia, Ballaro', le iene, Tg4 , RAI radio2 etc.).
Guarda il video “Mia signora”: https://youtu.be/9chSAahIkVk
Successivamente Christian produce "Un'estate fantastica" , brano autobiografico ed autoprodotto con in video ancora Simone Coccia Colaiuta e l ' ex corteggiatrice di "uomini e donne" Sarah Gatti. Il brano, presentato dapprima nella nota trasmissione televisiva condotta da Federica Panicucci "Mattino cinque" , viene lanciato da Tgcom 24 il 27 maggio di quest'anno ed è attualmente trasmesso in tutto il circuito radio indipendente.
Guarda il video di “Un’estate fantastica”: https://www.youtube.com/watch?v=dX7okuGWS7I
Il 28 Dicembre 2018 esce il nuovo singolo “Madrepadre”, , prodotto dall’etichetta discografica Dimartino Studio Records. Un brano inedito, il cui testo comunica un sentimento consolidato e forte: le origini e le proprie tradizioni. Episodi e figure che si stagliano sullo sfondo della vita familiare che riassumono e servono come punti di riferimento che fanno riflettere.- “I genitori, la famiglia, sono i miei affetti più cari, la mia ricchezza più grande. Sarebbe bello in questo mondo che scorre veloce, fermarsi, guardarsi negli occhi, e prendere coscienza di ciò che realmente siamo e da dove veniamo”- racconta Christian. La scelta di parole semplici ma pregne di umanità, di calore, una lettera sussurrata senza mai urlare. Strofe il cui ritornello è un richiamo al focolare domestico, alla figura genitoriale, alla consapevolezza del valore che solo l’unità familiare può trasmettere. Il passato che fa irruzione nel presente, parallelismo costante di adulti che tornano bambini, come se l’infanzia fosse il senso di tutta un’esistenza, una continua riscrittura di quello che è stato e che sarà. La voce narrante del cantautore che ha scritto il testo con gli arrangiamenti del Maestro Vincenzo Sorrentino, è una confessione intrisa di nostalgia, fatta di frammenti, aneddoti, di vita vissuta che solo la memoria può custodire. Un uomo cresciuto e distante da casa per lavoro, rivendica l’appartenenza alle sue radici e incarna l’influenza di un’educazione ricevuta. Radici che il tempo non porta via. Il video è stato realizzato da Oscar Serio video maker. Un amore incondizionato, quello di Christian Palladino, un quadro ricostruito e ben lontano dal dovervi rinunciare.


Pagina Facebook: www.facebook.com/christianpalladinoofficial/